Milano

Galleria di Vittorio Emanuele II a Milano

La galleria di Vittorio Emanuele II (Galleria Vittorio Emanuele II) a Milano, la cui costruzione durò dal 1865 al 1877, fu uno dei primi passaggi al mondo. Il passaggio è stato progettato da Giuseppe Mengoni, autore del progetto Piazza Duomo. Sfortunatamente, l'architetto non ha visto l'apertura della sua creazione, il giorno prima della cerimonia, Mengoni si è schiantato a morte, cadendo dai ponti.

Vittorio Emanuele II

La galleria prende il nome dal re Vittorio Emanuele II, nonostante il progetto fosse originariamente intitolato all'imperatore Francesco Giuseppe (Francesco Giuseppe I d'Austria). Il fatto è che per gli italiani, Vittorio Emanuele II divenne l'uomo che unì l'Italia. Negli anni '40 del XIX secolo, l'Italia era composta da 8 monarchie, parte del territorio apparteneva a Francia, Germania e Austria e l'Italia non aveva nemmeno il suo esercito. Nonostante la gravità della situazione, re Vittorio ottenne l'unificazione delle terre italiane a condizioni favorevoli per il paese, mantenendo intatta la Costituzione. Vittorio Emanuele II della dinastia Savoia divenne il primo re di un'Italia unita e una statua del sovrano fu montata su un cavallo in Piazza della Cattedrale.

Due storie interessanti sono collegate al nome di re Vittorio Emanuele. La prima riguarda le leggende sulla sua origine. Con le sue abitudini e il suo aspetto, il re non assomigliava per niente a una persona di sangue reale. Nell'estate del 1822, scoppiò un incendio nella camera da letto del piccolo principe Vittorio Emanuele, in cui morì la tata dell'erede e il bambino sopravvisse. Circolavano voci sulla morte del Principe Ereditario e fu sostituito dal figlio del macellaio Gaetano Tiburzi, poiché poco dopo l'incendio il macellaio aveva una casa vicino alla residenza reale, poi un'altra, e nel 1888 Tiburzi possedeva già 43 case. Il pubblico si chiedeva se il macellaio avesse ricevuto denaro dal re in cambio di suo figlio?

Un'altra storia racconta l'aspetto della famosa pizza Margarita. Nel 1889, Victor Emanuel si riposò con suo figlio-re e sua moglie Margherita di Savoia vicino a Napoli. La regina si degnò di assaggiare le pizze, il che scioccò lo chef di corte - semplicemente non sapeva come cucinare i poveri. Quindi i servi portarono dalla solita pizzeria una sorpresa per la regina: tre pizze, di cui una con pomodori, mozzarella e basilico, che la regina apprezzò di più. Il proprietario della pizzeria non ha perso l'occasione e ha pubblicizzato la sua pizza chiamata "Margarita" - in onore della regina.

Architettura

La galleria a forma di croce con un centro ottagonale è coronata da una cupola alta 47 metri - la prima combinazione di vetro e metallo in Italia. Sotto la cupola attorno al centro ci sono archi con immagini di 4 parti del mondo: Europa, Asia, America e Africa.

Raffaele Casnedi, professore di design presso l'Accademia di Belle Arti di Brera (Accademia di belle arti di Brera) ha realizzato un murale raffigurante l'America - con una testa decorata con piume, seduto tra nativi americani e schiavi afroamericani.

Il disegno dell'Asia fu fatto dall'allievo di Cassedi, Bartolomeo Giuliano: l'Asia si siede languidamente sul suo trono, prendendo doni dalla gente del posto.

Angelo Pietrasanta ha lavorato sull'immagine dell'Europa, che appare nell'immagine di una donna dall'aspetto pesante, circondata da strumenti scientifici custoditi da un genio alato con ghirlande di alloro in mano.

L'artista Eleuterio Pagliano ha ritratto l'Africa come una donna egiziana seduta accanto a un leone e ricevendo i ricchi doni del Nilo.

Le pareti sotto gli archi e lungo i corridoi sono decorate con statue in gesso di 24 famosi italiani di Pietro Magni. Gli archi di fronte a ciascuna uscita sono decorati con affreschi che simboleggiano l'industria, la scienza, l'arte e l'agricoltura. La pavimentazione smaltata è un capolavoro di artigiani veneziani. Lo stemma della Savoia è steso sul pavimento sotto la cupola a mosaico - una croce bianca su uno sfondo rosso, e attorno ad essa sono gli stemmi di Milano, Roma, Firenze e Torino. A proposito, una credenza interessante è collegata all'emblema di Torino: un toro su sfondo blu. Si ritiene che se calpesti l'organo genitale del toro con il tallone destro e ti giri intorno, troverai fortuna e prosperità.

La Mecca degli amanti dello shopping

Oggi nel passaggio ci sono più di 30 boutique di marchi mondiali: Gucci, Dolce & Gabbana, Louis Vuitton, Prada. Qui puoi mangiare in lussuosi ristoranti con stelle Michelin e rilassarti nella Townhouse Seven Stars Galleria a 5 stelle, che si affaccia sul passaggio. La Galleria Vittorio Emanuele II ha il suo piccolo McDonald's e il caffè Zucco, il cui proprietario ha inventato l'amaro liquore Campari.

  • Leggi anche: consigli per lo shopping a Milano

Puoi passeggiare per la galleria e ammirare il capolavoro architettonico anche dopo la chiusura delle boutique, quando quasi non ci sono persone nella galleria.

  • indirizzo: Piazza del Duomo, fermata metro Duomo, 1 linea. Il passaggio si trova tra Piazza del Duomo (Piazza del Duomo) e Piazza della Scala (Piazza della Scala).

I negozi sono aperti dalle 10:00 alle 22:00 e la galleria stessa è aperta tutto il giorno.

  • Sito ufficiale della galleria: www.ingalleria.com

Guarda il video: 02. Duomo e Galleria, i simboli di Milano. Milano Slow Tour in video (Gennaio 2020).

Loading...

Messaggi Popolari

Categoria Milano, Articolo Successivo

Due preti italiani rapiti in Camerun
Società

Due preti italiani rapiti in Camerun

Due sacerdoti italiani e una suora canadese sono stati rapiti da un uomo armato nel nord del Camerun. Questa informazione è già stata confermata dall'arcivescovo e dalle autorità locali. Finora, la polizia ha difficoltà a rispondere a chi si cela dietro questo crimine, anche se la setta islamista nigeriana Boko Haram, che ha un'influenza speciale in questa regione, è stata sospettata di investigatori.
Per Saperne Di Più
Papa Francesco posa per un selfie durante la messa romana
Società

Papa Francesco posa per un selfie durante la messa romana

Papa Francesco ha celebrato l'inizio della Settimana Santa, gli ultimi sette giorni prima di Pasqua, unendosi a 100.000 fedeli in Piazza San Pietro (Piazza San Pietro) in Vaticano. Secondo gli scritti biblici, la domenica delle Palme, cattolici e ortodossi celebrano il giorno in cui Gesù entrò a Gerusalemme, esattamente una settimana prima della sua crocifissione.
Per Saperne Di Più
Il nuovo portale italiano offre le peggiori toilette di campagna
Società

Il nuovo portale italiano offre le peggiori toilette di campagna

Può rovinare l'impressione generale del ristorante con il suo aspetto da solo. Sì, stiamo parlando di servizi igienici nelle istituzioni pubbliche, che d'ora in poi rientrano in un certo elenco sul nuovo portale italiano, dove i peggiori servizi igienici del paese sono esposti al pubblico. In media, passiamo da un anno a quattro anni in bagno per la vita, quindi la pulizia di questa stanza è davvero importante.
Per Saperne Di Più