Società

Papa Francesco invita il governo italiano a trovare case per tutte le famiglie

Papa Francesco invita il governo italiano a trovare case per tutte le famiglie

Parlando con i parrocchiani riuniti nella piazza principale del Vaticano, tra cui italiani che protestavano contro il salvataggio, papa Francesco ha invitato le autorità italiane a fornire rifugio a tutti i bisognosi.

Il papa manifestanti ha cercato di esprimere la sua opinione e di raggiungere obiettivi pacificamente, senza usare alcuna violenza. Durante il discorso, lo sguardo del pontefice si è fermato su uno dei manifesti dei manifestanti, che recitava "La povertà non sta aspettando", si è rivolto alle autorità del paese, chiedendo loro di "fare tutto ciò che è in loro potere affinché ogni famiglia abbia un tetto sopra la testa".

Il regime economico recentemente istituito nel paese non ha attratto l'approvazione della popolazione. Numerose proteste sono scoppiate in tutta Italia, il che a volte ha portato a scontri con la polizia. I manifestanti hanno bruciato botti, hanno lanciato bombe fumogene, hanno lanciato uova di caccia spesnaz, cercando di resistere. Molti manifestanti sono stati arrestati.

Il piano di bilancio per il 2014, proposto dal primo ministro italiano Enrico Letta, prevede la detenzione degli stipendi dei dipendenti del settore pubblico, nonché una leggera riduzione delle imposte sul reddito. Pertanto, il governo ritiene che tali misure aiuteranno a risparmiare circa 10 miliardi di euro.

Con le loro massicce proteste, anche gli italiani esprimono la loro insoddisfazione per il sempre crescente tasso di disoccupazione giovanile. Secondo l'ISTAT, a fine novembre il tasso di disoccupazione nel paese si è fermato al 12,5%, mentre il numero di giovani disoccupati italiani continua a crescere rapidamente. Oggi, oltre il 40% dei giovani nel paese non ha guadagni regolari.

Il tasso di occupazione si attesta ora a poco più del 55%, che è anche un indicatore basso per un paese dell'UE.

Nel frattempo, papa Francesco, che invita i manifestanti a risolvere pacificamente il problema, continua a colpire le prime pagine della stampa.

Così, un paio di giorni fa, i giornalisti hanno scoperto che il pontefice era molto popolare e rispettato tra i credenti. Nell'ultimo anno, oltre due milioni di persone hanno partecipato al suo sermone in Piazza San Pietro in Vaticano. Per fare un confronto: per ascoltare il predecessore di Francesco, Benedetto XVI, i parrocchiani venivano quattro volte meno spesso.

Secondo i dati forniti dal Vaticano, nel corso dell'anno, il papa ha tenuto oltre trenta prediche sulla piazza principale del Vaticano, per la quale sono stati venduti oltre un milione e mezzo di biglietti. Inoltre, nella parte remota della sezione di Piazza San Pietro, si radunano circa ventimila persone che vengono ad ascoltare gratuitamente il rispettato papa rispettato.

Nel frattempo, la volontà e le parole del pontefice raggiungono i bielorussi. Per la prima volta nella storia, il papa ha inviato una lettera alla Bielorussia in bielorusso. Il messaggio è stato inviato a Jadwiga Pasternak, residente nel villaggio di Mulyary (distretto di Vileika).

Nella sua lettera, Francesco ha ringraziato personalmente la bielorussa per il suo servizio alla Chiesa cattolica. Jadwiga, che visse con fede dall'età di 6 anni, nacque e cresciuto in un piccolo villaggio. Durante gli anni della persecuzione, la donna riuscì a salvare la croce dalla chiesa locale, che fu successivamente smantellata dalle autorità sovietiche. La donna insegnava all'alfabetizzazione della chiesa dei bambini del villaggio, teneva i servizi divini prima delle vacanze e organizzava la vita spirituale di Mulyari.

La lettera del papa Jadwig stesso è stata trasmessa personalmente dall'ambasciatore vaticano in Bielorussia, Claudio Gugerotti.

Guarda il video: Appoggiando papa Francesco:35- lettere tra un ergastolano e (Dicembre 2019).

Loading...

Messaggi Popolari

Categoria Società, Articolo Successivo

House Romeo
Italia

House Romeo

Nonostante gli sforzi del comune, i proprietari della casa (XIV secolo) si rifiutarono categoricamente di venderlo per il museo. Nel Medioevo, questa casa era di proprietà dei Conti di Nogarol, la cui genealogia era una storia che ricorda la trama dell'opera teatrale di Shakespeare. Questo ha dato motivo di considerare questo luogo come la "Casa di Romeo". La Casa di Romeo La Casa di Romeo è un grande edificio medievale in Via Arche Scaligeri a Verona.
Per Saperne Di Più
Guida della Città del Vaticano
Italia

Guida della Città del Vaticano

Il Vaticano è la sede della Santa Sede, la corte papale e i suoi assistenti. Andare lì proprio come "in visita" non funzionerà, ma è possibile visitare le singole attrazioni. Quali siti turistici si possono vedere in Vaticano? Piazza San Pietro Il Vaticano è lo stato più piccolo del mondo, uno stato di enclave nana.
Per Saperne Di Più
Lucca
Italia

Lucca

Lucca è una delle 4 città italiane in cui le mura della fortezza del XVI secolo sono completamente sopravvissute e l'unica città in cui le persone l'hanno adattata per la vita, trasformandola in un parco. Fai una passeggiata lungo le strade medievali di Lucca, sali sulle torri, siediti in un caffè in piazza, senti l'antico spirito della città. Lucca Foto di Leigh Trail Lucca è una città di torri, magnifici palazzi e templi dell'era del Trecento, uno degli angoli più romantici della Toscana.
Per Saperne Di Più
Basilica di Santa Maria in Aracheli
Italia

Basilica di Santa Maria in Aracheli

Santa Maria in Aracheli è una bellissima basilica a Capitol Hill. Una grande scalinata conduce ad essa, creata come segno della liberazione di Roma dalla peste. La chiesa fu costruita nel VI secolo sul sito del Tempio di Giunone, lo stesso in cui vivevano le oche che salvarono Roma dai Galli. E non è tutto! Michelangelo e Donatello, colonne di antichi templi (pre-cristiani) di Roma e ...
Per Saperne Di Più