Regioni d'Italia

Attrazioni della Sardegna: 10 luoghi più interessanti. Parte I.

La Sardegna è un'isola situata abbastanza lontano dall'Italia continentale. Per questo motivo, sia le condizioni climatiche che le caratteristiche culturali sono abbastanza diverse da quelle tradizionalmente italiane. La maggior parte dell'isola è occupata da pittoresche spiagge circondate da bizzarre scogliere, ulivi e noci, vari siti naturali e storici della Sardegna, suscitando l'interesse costante dei turisti di tutto il mondo. Blogoitaliano ha preparato una TOP-list dei luoghi più interessanti della Sardegna, visitando la quale è possibile farsi un'idea della storia e della vita moderna dell'isola.

10.Murales

Il murales è un tipo unico di arte che è apparso per la prima volta per le strade della città di Orgosolo negli anni '60 del secolo scorso. I primi murales sorsero come protesta contro le autorità: bassi livelli di vita, disoccupazione, povertà, in seguito la pittura murale si diffuse in tutta l'isola. Ora dipinti sulle pareti delle case, raffiguranti scene della vita ordinaria degli isolani, oltre a raccontare tradizioni e feste nazionali, sono apparsi in quasi tutte le città e i villaggi della Sardegna.

Soprattutto molto murales, attirando gli intenditori di bellezza, sono nella città di Tinnur. È curioso che in una città con una popolazione di circa trecento persone, si trovino più di cento murales. La pittura delle case in Tinnur è stata curata dall'artista locale Pina Monnet, diventata famosa grazie ai murales. I pennelli dell'artista appartengono a quasi 400 dipinti murali in tutta la Sardegna.

I murales sono dipinti da artisti professionisti e gente comune.

Ci sono molti magnifici murales nel villaggio di San Sperate, situato vicino a Cagliari. Questi dipinti furono creati dall'artista Pinuccio Schiola e dai suoi studenti, che lavorarono nel villaggio negli anni 60-70 del secolo scorso.

I murales moderni sono spesso chiamati "giornali da muro" - spesso riflettono vari eventi su scala globale. I murales sono dipinti sia da artisti professionisti che da persone comuni che vogliono ritrarre qualcosa - non è richiesta un'autorizzazione speciale per questo, è solo necessario ottenere il consenso dei proprietari della casa.

9 tombe di giganti

Gli edifici grandiosi, risalenti alla metà del I secolo a.C., furono chiamati "Tombe dei Giganti". Questi sono unici attrazioni della sardegna sono strutture grandiose con una lunghezza di circa 15 metri e un'altezza di 4-5 metri, composte da blocchi di pietra multi-ton, lavorati in modo speciale.

Le tombe dei giganti sono edifici grandiosi della metà del I secolo a.C.

Per la loro struttura, le tombe assomigliano ai dolmen: due lastre verticali installate parallelamente l'una all'altra, coperte da una terza, che fungono da tetto. Spesso ci sono strutture sulla piastra superiore di cui sono scolpite alcune immagini.

Circa trecento di questi monumenti storici sono stati trovati in Sardegna, strutture simili si trovano anche in Irlanda (la più famosa delle quali è Cort Cairn) e a Malta, i cui templi megalitici assomigliano molto alle tombe dei giganti.

8 Basilica di San Gavino

Al più vecchio attrazioni della sardegna si riferisce alla Basilica di San Gavino, situata nella città di Porto Torres sul Monte Angelo. La basilica, realizzata in stile romanico, fu costruita nell'XI secolo, alcuni secoli dopo furono aggiunti elementi nello stile del gotico catalano.

Nella Basilica di San Gavino ci sono sarcofagi con le reliquie dei santi martiri

La costruzione è composta da tre navate, i cui archi poggiano su enormi colonne. Su uno dei pilastri dell'edificio ci sono iscrizioni che raccontano la sepoltura di nobili nella basilica, nella cripta adiacente alle navate laterali, ci sono sarcofagi abilmente rifiniti con le reliquie dei santi martiri Proto, Gavino e Yanuari. Nella parte nord-orientale dell'edificio si trovano statue colorate di martiri a cui è dedicata la chiesa, adagiate su un carro funebre in legno.

7.Villa Tigeliya

Complesso architettonico Villa Tigelia situato a Cagliari, vicino all'anfiteatro romano, ai piedi della collina del Buon Sammino. Durante lo scavo sono stati scoperti tre edifici; in due sono stati trovati reperti storici ben conservati: decorazioni uniche in gesso, un pavimento a mosaico, antichi murales.

Chiamarono queste strutture, scoperte a seguito di scavi, in onore del musicista sardo Tigelius Germogen - inizialmente credevano che questo fosse il luogo in cui si trovava la sua dimora. Più tardi si è scoperto che gli archeologi avevano torto, ma il nome è rimasto lo stesso.

Villa Tigelia si trova a Cagliari, vicino all'Anfiteatro Romano

Villa Tigelia fu costruita alla fine del I secolo a.C. - inizio del I secolo d.C., la struttura della struttura ricorda gli atri romani a quattro colonne, che sono un portico con quattro colonne situato agli angoli della piscina, che serve a raccogliere l'acqua piovana.

6. La grotta di Nettuno

Nel nord dell'isola, a 12 chilometri da Alghero, a Capo Capo Caccia, c'è un'altra attrazione della Sardegna: grotta di nettuno. Secondo la leggenda, questa grotta fu scoperta dai pescatori che si nascondevano qui durante una tempesta improvvisa. Volevano nascondersi dietro una roccia, ma con forti onde la barca portò letteralmente nella grotta, dove, alla luce delle torce, furono scoperte fantastiche colonne scintillanti.

I pescatori decisero che in una caverna così magica doveva esserci sicuramente un tesoro, andarono a cercarlo, si persero e, non avendo trovato una via d'uscita, morirono. Da allora, Nettuno ha salvato i suoi tesori, non permettendo a nessuno di trovarli.

Nella grotta di Nettuno diverse sale con incredibili stalattiti e stalagmiti di bellezza

All'interno della grotta ci sono diverse sale con molte stalattiti e stalagmiti abilmente illuminate, in una delle sale c'è un lago salato sotterraneo con una profondità di poco meno di dieci metri, al centro del quale spicca una colonna.

Arrivare a grotta di nettuno può essere via mare - su una barca dalla città di Alghero, oppure a piedi, scendendo dalla scogliera lungo una lunga scala in pietra con 600 gradini.

Continua ...

Foto di Nicolas Nojarof, Hari Seldon, Alessandro, Cristiano Cani, Gavino Bazzoni, David McLaughlin.

Messaggi Popolari

Categoria Regioni d'Italia, Articolo Successivo

Stazioni sciistiche in Italia: 8 punti salienti delle Alpi italiane. Parte II
Pianificazione del viaggio

Stazioni sciistiche in Italia: 8 punti salienti delle Alpi italiane. Parte II

Milioni di anni fa, le acque del mare caldo schizzavano qui, e oggi c'è un paesaggio montano di straordinaria bellezza - le Dolomiti, incluse dall'UNESCO nella lista dei siti del patrimonio naturale mondiale. Ogni anno, centinaia di migliaia di turisti vengono qui da tutto il mondo per unire l'utile al dilettevole, lo sci alpino con il benessere e il fascino delle bellezze naturali con un eccellente servizio italiano.
Per Saperne Di Più
Luna di miele in Italia: 7 idee dove andare. Parte I.
Pianificazione del viaggio

Luna di miele in Italia: 7 idee dove andare. Parte I.

Non sorprende che l'Italia sia considerata una delle destinazioni più ambite per la luna di miele: ci sono così tanti angoli romantici che è quasi impossibile sbagliare. Conosco persone che hanno trascorso la luna di miele a Roma ed erano assolutamente contente della scelta fatta. Tuttavia, anche se questo è soggettivo, e quando ci togliiamo il cappello per la "Città Eterna", ci perderemo la nostra lista dei migliori posti per una luna di miele a Roma.
Per Saperne Di Più
Come arrivare da Bologna a Milano e / o da Milano a Bologna
Pianificazione del viaggio

Come arrivare da Bologna a Milano e / o da Milano a Bologna

Come arrivare da Bologna a Milano e da Milano a Bologna il più rapidamente possibile, comodo e redditizio. BlogoItaliano continua una serie di articoli che esplorano varie opzioni di trasporto per i viaggiatori che intendono visitare entrambe le città. Tradizionalmente, prenderemo in considerazione un treno, un'auto, un aereo e un autobus e dovrai solo scegliere l'opzione che riflette più da vicino il tuo stile di viaggio.
Per Saperne Di Più