Firenze

Accademia di Belle Arti di Firenze

L'Accademia di Belle Arti di Firenze (Accademia di belle arti di Firenze) è la prima istituzione educativa europea d'arte. La collezione d'arte dell'Accademia è una delle più preziose in Italia. La maggior parte dei turisti va a Firenze per entrare nella galleria dell'Accademia.

La storia

A metà del XVI secolo, Firenze cessò di essere una repubblica, ma l'arte in qualche modo rimase di proprietà del popolo. Opere d'arte del Rinascimento erano ancora in piedi per le strade e deliziavano gli occhi dei fiorentini. Tuttavia, belle arti cittadini sempre meno preoccupati. Giorgio Vasari (Giorgio Vasari) - pittore e architetto, artista Agnolo Bronzino (Agnolo Bronzino) e Bartolomeo Ammanati (Bartolomeo Ammanati) - Scultore fiorentino, osservando come i maestri d'arte si trasferirono in Francia, Roma e Venezia, volevano preservare il patrimonio culturale della città. poi Vasari propose la fondazione della sola Accademia di Belle Arti del mondo a Firenzedove i maestri d'arte di tutta Europa potrebbero studiare. Questa idea fu sostenuta dal Bronzino, dagli Ammanati e dal duca toscano Cosimo I de Medici.

Nel 1562, l'Accademia fu aperta nella chiesa della Santissima Annunziata.

I primi insegnanti furono i fondatori dell'Accademia stessi, maestri eccezionali di quell'epoca, eminenti rappresentanti del manierismo. Gli alunni di tutti i paesi europei hanno studiato le opere d'arte dei grandi maestri fiorentini per le strade di Firenze. Ai migliori fu permesso di restaurare capolavori. così nel 1588, apparve una direzione di restauro. Gli studenti hanno studiato scultura, architettura, pittura, grottesche e hanno anche imparato i metodi di incisione in metallo e la creazione di strumenti musicali.

Coloro che desideravano studiare a Firenze aumentarono, anche le opere d'arte, e nel 1784, con decreto del duca toscano Pietro Leopoldo II (Leopoldo II), l'Accademia fu trasferita nell'ex ospedale del monastero. Quindi tutte le scuole d'arte della città furono attribuite all'Accademia. È stata creata una galleria presso l'Accademia stessa, dove gli studenti hanno studiato capolavori d'arte di maestri di epoche diverse.

Oltre alla direzione artistica, l'Accademia ha insegnato musica. Nel 1849 il dipartimento di musica divenne il Conservatorio fiorentino intitolato a Luigi Cherubini (Conservatorio Luigi Cherubini).

Fu grazie alla creazione dell'Accademia che molti monumenti della cultura mondiale furono creati, conservati e restaurati.

Galleria

La Galleria dell'Accademia (Gallerie dell'Accademia) è stata creata come spazio espositivo per il lavoro di insegnanti e studenti, in modo che le magnifiche opere ispirino nuovi maestri.

La collezione della Galleria è stata riempita con opere d'arte di altre città. Durante le guerre con Napoleone, al fine di non perdere il patrimonio artistico, la Chiesa romana diede all'Accademia i suoi tesori.

Nel 1873, il Museo aprì l'opera di Michelangelo (Michelangelo). Per il famoso capolavoro, la scultura di "David" (Il David), nel 1882 costruirono una tribuna separata con un'illuminazione speciale - sembra che la statua ora prenderà vita.

I visitatori della Galleria vivono uno shock culturale: qui vengono raccolte le opere perfette dei maestri. La galleria delle presenze è seconda solo alla Galleria degli Uffizi.

Le opere

La scultura di Michelangelo "David" - una statua di cinque tonnellate di cinque metri, che fu trasferita nella galleria nel 1873 da Piazza della Signoria, dove rimase per 400 anni. Se guardi da vicino, la mano destra di David è sproporzionatamente grande. Si ritiene che lo scultore abbia mostrato il soprannome dell'eroe "manu fortis", che significa "mano forte". Degno di nota è il fatto che la fionda di David giace sulla sua spalla sinistra, e la pietra è nella sua mano destra, cioè l'eroe era mancino. Sebbene la posizione del corpo indichi il contrario. E anche un pezzo di marmo, da cui Michelangelo ha creato il suo capolavoro, è stato due volte elaborato dai suoi predecessori.

Agostino di Duccio, uno studente di Donatello, dopo la morte di un insegnante, abbandonò il suo lavoro su David, a malapena in piedi. Dopo 10 anni, Antonio Russellino continuò a lavorare sulla statua, ma trovò una crepa nel blocco e abbandonò l'impresa.

Quando Michelangelo finì di lavorare, aveva 29 anni.

Qui sono conservati il ​​suo "San Matteo" (San Matteo) per la cattedrale di Santa Maria del Fiore (La Cattedrale di Santa Maria del Fiore), la "Pietà palestinese" (Pieta di Palestrina) e le statue incompiute di "Schiavi" (Prigioni) - per la lapide di papa Giulio II.

Un altro ornamento della Galleria è una copia di "Il rapimento delle Sabine" (Ratto delle sabine) dall'intonaco dell'opera di Giambologna, il cui originale è conservato nella Loggia de Lanzi.

Le chiese di Firenze concessero all'Accademia una collezione di dipinti dei secoli XV-XVI, tra cui la "Madonna del Mare" (Madonna del Mare) e la "Madonna col Bambino, due angeli e Giovanni Battista" (La Madonna col Bambino, due angeli e Giovanni Battista) Sandro Botticelli ( Sandro Botticelli), "Cassone Adimari" di Skeggi (Lo Scheggia). Ecco le creazioni di Lippi (Filippo Lippi), Pietro Perugino (Pietro Perugino) e altri artisti famosi.

La collezione di dipinti gotici del XIV secolo include un'immagine dei motivi della vita di Gesù e di San Francesco d'Assisi sul pannello della sagrestia di Taddeo Gaddi. Al secondo piano troverete molti dipinti d'altare gotici.

Esposto in Galleria e opere moderne, come una fotografia dell'americano Robert Mapplethorpe (Robert Mapplethorpe), scattata nel 1986.

Il Conservatorio accanto alla Galleria custodisce strumenti musicali antichi.

Come arrivare

L'indirizzo dell'Accademia è Via Ricasoli, 58/60. Puoi camminare da Piazza del Duomo via Via Ricasoli o prendere l'autobus fino alla fermata Ricasoli: n. 1, 6, 11, 19, 23, 31, 52, C1.

La Galleria ha sempre una lunga fila, gestita in piccoli gruppi di 30 persone. Pertanto, per acquistare un biglietto presso la biglietteria sul lato dell'ingresso, dovrai riposare per 2-3 ore.

Prezzo del biglietto presso la biglietteria: 12 euro, per i cittadini dell'Unione Europea dai 18 ai 25 anni - 8 euro. Il costo della prenotazione in anticipo è di 4 euro per biglietto.

Per risparmiare tempo, si consiglia prenotare un biglietto in anticipo su Internet sul sito ufficiale www.getyourguide.ru

  • È importante: Ti consigliamo di prenotare i biglietti con almeno una settimana di anticipo!

L'opzione con un'audioguida in spagnolo, inglese, francese, tedesco o italiano avrà un costo di 23 euro. Non ci sono audioguide in russo.

Anche una grande idea è quella di vedere David Michelangelo e capire il resto dei capolavori con una guida d'arte autorizzata durante un tour individuale in russo. In questo caso, la guida ti riserverà i biglietti e li pagherai sul posto.

Modalità di funzionamento:

  • Martedì-Domenica, 08:15 - 18:50. Chiuso lunedì e festivi: 25 dicembre, 1 gennaio, 1 maggio;
  • In estate il venerdì - fino alle 22:00;
  • Martedì scorso del mese, 19: 00-23: 00 - l'ingresso è gratuito, ma aspettati una coda di circa 3 ore.

Partner ufficiale della galleria in italiano e inglese: www.b-ticket.com.

Guarda il video: Accademia di Belle Arti di Firenze FlorenciaItalia (Novembre 2019).

Messaggi Popolari

Categoria Firenze, Articolo Successivo

Musei di Milano
Milano

Musei di Milano

Una visita ai musei di Milano aggiungerà colore a qualsiasi vacanza trascorsa in un paese così meraviglioso come l'Italia. Le informazioni raccolte con cura e amorevole sulla città forniscono una varietà di informazioni, dalla scienza e la tecnologia a personaggi famosi. Il Museo delle Belle Arti di Brera La Pinacoteca di Brera contiene una delle più importanti collezioni italiane di dipinti rinascimentali, oltre 500 opere risalenti al XIV e XX secolo.
Per Saperne Di Più
Fatti interessanti su Milano
Milano

Fatti interessanti su Milano

L'opinione che Milano sia il centro alla moda e finanziario dell'Italia è molto comune. Ma dietro tutte le banche e le boutique della città, ci sono misteri e punti salienti che sono unici a Milano. Vale la pena notare che molti dei segreti e delle caratteristiche di questo luogo difficilmente possono essere chiamati italiani. Tuttavia, prima di fare un viaggio in questa bellissima città, prova a saperne di più.
Per Saperne Di Più
Mostre a Milano nel 2015
Milano

Mostre a Milano nel 2015

Vale la pena andare a Milano non solo per lo shopping, ma anche per visitare le mostre più importanti del mondo e in diverse direzioni. Nel 2015 ce ne saranno molti. Ma non si dovrebbe parlare di mostre a Milano, ma di frequentarle. EXPO 2015 Esposizione Universale Milano 2015 (World Exhibition 2015) - la mostra più attesa dell'anno.
Per Saperne Di Più
Stazioni ferroviarie di Milano
Milano

Stazioni ferroviarie di Milano

Ci sono tre principali stazioni ferroviarie di Milano: Milano Centrale, Porta Garibaldi e Cadorna. Il primo serve treni che collegano Milano con tutta l'Italia e con altri paesi (Francia, Svizzera, Germania), gli altri due sono principalmente collegati con collegamenti ferroviari suburbani.
Per Saperne Di Più