Città d'Italia

Cappella Sistina in Vaticano: Il Giudizio Universale e altri capolavori

A BlogoItaliano abbiamo parlato ripetutamente della Cappella Sistina in Vaticano e del suo significato per la cultura mondiale. C'è una buona ragione per una nuova storia. Alla fine del 2014, la Capella ha ospitato la presentazione del sistema di illuminazione a LED, grazie al quale i visitatori potranno vedere i capolavori del Rinascimento nel senso letterale della parola in una nuova prospettiva. Pertanto, abbiamo deciso di tornare alla Cappella Sistina e di guardarla in un modo nuovo.

La Cappella Sistina, come molti altri edifici di Roma, è apparsa grazie a Papa Sisto IV (Francesco della Rover).

Cappella Sistina in Vaticano: vista iniziale

Il prototipo per la sua costruzione nel 1473-81, o meglio, la ricostruzione che esisteva dalla fine del XIV secolo. le cappelle del Palazzo Apostolico, servivano da antichi templi, tra cui il famoso Tempio di Salomone. L'autore del progetto fu Bartolomeo Pontelli, che a quel tempo era uno dei principali architetti di Roma.

La Cappella Sistina ricorda più un tempio che una cappella domestica

Di dimensioni Cappella Sistina - 40,93 m di lunghezza, 13,41 m di larghezza e 20,70 m di altezza - sembra davvero più un tempio a tutti gli effetti che una cappella di casa. Botticelli, Ghirlandaio, Pinturicchio, Perugino e Rosselli, i migliori artisti dell'epoca, furono coinvolti nei suoi dipinti. L'invito in Vaticano di eminenti pittori fiorentini ebbe anche un contesto politico: dopo la cospirazione dei Pazzi del 1478, il papa voleva venire a patti con i Medici.

Il livello del seminterrato era decorato con murali che imitavano tendaggi di tappezzeria. La parete sud illustra la storia dell'Antico Testamento di Mosè, le scene a nord del Nuovo Testamento. I murali sopra l'ingresso della Cappella Sistina raffiguravano gli episodi finali: "Il dibattito sul corpo di Mosè" e "Resurrezione" (perduto nel 1522 e riscritto negli anni '70 del XVI secolo).

La parete dell'altare era dedicata alle trame "Alla ricerca di Mosè" e "Natale", su cui Perugino lavorò. Questi murales furono distrutti negli anni '30. XVI secolo E ora al loro posto c'è il Giudizio Universale di Michelangelo.

I migliori artisti del Rinascimento hanno partecipato al dipinto della cappella

Nonostante il fatto che diversi artisti abbiano lavorato nella cappella, tutti gli affreschi creati dal 1482 sono stati progettati nello stesso stile tipico dei murali del tempio: multi-figure, colori tradizionali e soluzioni compositive, molte dorature.

Immagini di santi papi erano poste sopra gli affreschi della trama, e il soffitto era una tenda blu scuro con stelle dorate, che simboleggiava la volta celeste (opera di Piermatteo d'Amelia).

È possibile che Cappella Sistina in Vaticano sarebbe rimasto un monumento prezioso, ma generalmente ordinario per l'Italia, se papa Giulio II non avesse intrapreso la sua ricostruzione, è anche Giuliano della Rovere, nipote di Sisto IV.

Michelangelo e 57 episodi del Rinascimento

La ricostruzione di una cappella relativamente nuova era necessaria per ragioni completamente utilitarie. Nel 1504, durante gli scavi in ​​Vaticano, eseguiti prima della costruzione della Basilica di San Pietro, i terreni instabili della Città Eterna non potevano sopportarlo, e la Cappella Sistina "nuotava".

La parete meridionale era inclinata e il soffitto era sfigurato da un'enorme crepa. L'architetto della Cattedrale del Bramante fu in grado di fermare l'ulteriore distruzione della cappella, ma il dipinto delle volte fu irrimediabilmente danneggiato.

Michelangelo fu invitato a creare nuovi affreschi sul soffitto. Non si può dire che questo ordine gli piacesse, tanto più che non aveva quasi esperienza nella pittura ad affresco, ma un pagamento generoso poteva ammorbidire il suo cuore. Inoltre, Michelangelo ha preso questo lavoro come una sorta di sfida per lui come creatore e inventore.

Affresco del Perugino "Consegna delle chiavi" (1481-1482)

Durante 1508-12 ha creato 57 affreschi. 9 grandi frammenti situati al centro della volta dall'ingresso alla parete dell'altare illustrano il Libro della Genesi - dalla Creazione al Diluvio. Sono raggruppati secondo il principio trittico: gli episodi centrali raccontano gli eventi principali (la creazione di Adamo ed Eva e l'esilio), quelli secondari completano la storia.

L'illusione del rilievo dei murales è creata dal complesso gioco di luci e ombre sugli elementi architettonici della volta, che raffigura scene bibliche e singole figure del sybil e dei profeti. Per apprezzare appieno l'abilità di un genio, devi muoverti costantemente nella hall e non essere ad un certo punto.

La ragione dell'apparizione nella chiesa cattolica di soggetti pagani e dell'Antico Testamento e non, come inizialmente previsto, le figure degli Apostoli, fu il favore di Papa Giulio II all'idea rinascimentale della continuità dei mondi antichi e cristiani.

Il Santo Profeta Zaccaria è il padre di Giovanni Battista.

Sopra l'ingresso della Cappella Sistina, dove doveva essere la figura di Gesù, Michelangelo rappresentava il profeta Zaccaria. Volendo evitare l'ira papale, il maestro dotò il profeta dei lineamenti di Giulio II e si vestì con il manto di fiori della casa della Rovere - blu e oro. Ma se osservi attentamente le figure degli angeli dietro la spalla di Zaccaria, puoi vedere come uno dei bambini mostra al pubblico un biscotto.

Tuttavia, gli interpreti moderni vanno ancora oltre e attribuiscono a Michelangelo cose più scrupolose, trovando immagini degli organi riproduttivi di un uomo e una donna nelle pieghe delle vesti sull'affresco "Creazione del sole, della luna e dei pianeti".

Cappella Sistina in Vaticano: il giudizio universale

La parete dell'altare è un enorme affresco raffigurante Michelangelo Il giudizio universale (1536-41 gg.). La trama è abbastanza tradizionale per i murali del tempio, ma assolutamente inusuale nell'esecuzione.

Canoni medievali prescritti per enfatizzare la gerarchia dei personaggi con una diversa scala di figure situate rigorosamente a livelli diversi. L'affresco di Michelangelo, che è famoso per la Cappella Sistina, è estremamente realistico sotto questo aspetto: sia i peccatori che i giusti sono uguali di fronte al Signore.

Figura insolita e centrale di Cristo, che amministra il Giudizio Universale. Questo non è un vecchio quasi barbuto con la faccia arcigna, ma un giovane muscoloso, rasato che sta per alzarsi e con un gesto della sua mano destra metterà in moto l'intera schiera di anime.

L'affresco è anche dato dinamismo dall'intensa lotta degli angeli, strappando letteralmente anime salvate e diavoli, affrettandosi a rovesciare le anime malvagie all'inferno.

Il Giudizio Universale sulla parete dell'altare della cappella

Nella parte superiore del Giudizio Universale sono raffigurati gli angeli, che tradizionalmente portano gli strumenti della Passione di Cristo: una colonna, una croce e una corona di spine. Tuttavia, per enfatizzare non l'onere fisico, ma spirituale di questi strumenti, Michelangelo descrisse gli angeli come senza ali. La barca di Caronte che porta il tormento eterno (angolo in basso a destra dell'affresco) è un omaggio a Dante e alla sua "Divina Commedia".

All'inferno l'immagine di Minosse, a cui un serpente morde un organo genitale, Michelangelo collocò Biagio de Cesena, cerimonie papali del maestro, indignato per l'abbondanza di nudità. Secondo la leggenda, Cesena si rivolse alla protezione di Paolo III, chiedendo di distruggere un'immagine così vergognosa, ma anche il papa aveva un senso dell'umorismo e lo sfortunato maestro della cerimonia ricevette la risposta: "L'inferno è fuori dalla giurisdizione papale".

Tuttavia, già nel 1555, per ordine di Paolo IV, Daniele da Volterra ricoprì adeguatamente luoghi vergognosi, per i quali ricevette il soprannome di "ritrattista".

"Creazione delle luci" (possano esserci luci nel firmamento del cielo ...)

C'è un Giudizio Universale sull'affresco e il presunto autoritratto di Michelangelo, ma anche abbastanza singolare. Al piede sinistro di Cristo, San Bartolomeo siede, con in mano un coltello e una pelle spogliata. L'immagine del santo raffigura Pietro Aretino, che accusò il maestro di eresia, che a quei tempi equivaleva a una condanna a morte, e sulla pelle si intuiscono i lineamenti del volto di Michelangelo.

Come visitare la Cappella Sistina

La Cappella Sistina viene ispezionata in collaborazione con i Musei Vaticani e lavora con loro nello stesso programma. Anche il biglietto per i visitatori è singolo. Più in dettaglio su tutte queste sfumature che abbiamo scritto nell'articolo Ticket to the Vatican: come acquistare e visitare tutti i più interessanti.

Ora notiamo solo che la fila al botteghino dei Musei Vaticani è la più lunga di Roma, e qui è del tutto possibile riposare 3-5 ore. Pertanto, al fine di risparmiare tempo e non sprecarlo, è meglio acquistare i biglietti in anticipo - tramite Internet.

Controlla il programma e la disponibilità dei biglietti ›››

Allo stesso tempo, puoi acquistare i biglietti separatamente, così come un tour che include i biglietti stessi e un tour della Cappella, dei Musei e della Basilica di San Pietro con una guida.

Tutte le descrizioni e i collegamenti sono riportati di seguito:

Link utili:

  • Cappella Sistina e Musei Vaticani: cose da sapere
  • Musei Vaticani: cosa visitare prima
  • Le escursioni più interessanti in Vaticano

Foto di: Leonard Cox, RasMarley, Rudy Chiarello, christusrex, SD P, richardwhitfield80, maxie-online.

Guarda il video: Voce ai capolavori: la creazione e il giudizio universale (Gennaio 2020).

Loading...

Messaggi Popolari

Categoria Città d'Italia, Articolo Successivo

Mostre a Milano nel 2015
Milano

Mostre a Milano nel 2015

Vale la pena andare a Milano non solo per lo shopping, ma anche per visitare le mostre più importanti del mondo e in diverse direzioni. Nel 2015 ce ne saranno molti. Ma non si dovrebbe parlare di mostre a Milano, ma di frequentarle. EXPO 2015 Esposizione Universale Milano 2015 (World Exhibition 2015) - la mostra più attesa dell'anno.
Per Saperne Di Più
Pinacoteca Brera a Milano
Milano

Pinacoteca Brera a Milano

La Pinacoteca di Brera è la più grande e famosa galleria d'arte di Milano. Inaugurato nel 1809, sembra ancora attrarre tutti gli amanti dell'arte con una calamita. La collezione di dipinti comprende dipinti di artisti europei dei secoli XV-XVII e capolavori di maestri della pittura italiana dei secoli XIV-XIX: Raffaello, Caravaggio, Modigliani, Bramante, Tintoretto e altri.
Per Saperne Di Più
Castello Sforzesco di Milano
Milano

Castello Sforzesco di Milano

Le torri del Castello degli Sforza (Castello Sforzesco), laconiche collegate dalle mura della fortezza in un'unica magnifica struttura, cattureranno inevitabilmente l'attenzione dei visitatori di Milano. Il Castello Sforzesco trascorse sette secoli sotto il cielo azzurro italiano. Durante questo periodo, vide l'ascesa e la caduta delle dinastie dominanti, delle rivoluzioni e delle rivolte popolari, sentì il tocco delle mani di talentuosi architetti, scultori e artisti.
Per Saperne Di Più
Pirelli - storia del marchio e fatti interessanti
Milano

Pirelli - storia del marchio e fatti interessanti

L'Italia è un posto fantastico in cui per metro quadrato ha molti luoghi interessanti, panorami bellissimi, capolavori architettonici. Il paese è conosciuto in tutto il mondo grazie a valori "inossidabile" come l'ottima cucina, il vino eccellente, il clima soleggiato e il carattere bruciante dei residenti locali.
Per Saperne Di Più