La storia

The Killing of Caesar, Before and After - Numero 1

44 anni a.C.

Il sovrano di Dacia diventa un re con un dolce nome Komosik, Cleopatra avvelena Tolomeo XIV, i re indo-sciti conquistano Gandhara.

E a Roma, Marco Giunio Bruto e Caio Cassio Longino, con i loro associati, infliggono 23 coltellate a Guy Julius Caesar, dittatore della Repubblica Romana, a cui Cesare non può sopravvivere.

Questo è uno di quei rari casi in cui un omicidio politico di almeno un partecipante principale è commesso per motivi altruistici e in nome di tutti i buoni contro tutti i cattivi. Guardando al futuro, diremo immediatamente che si è rivelato solo peggio.

Per spiegare perché Bruto, che era uno dei favoriti del dittatore, ha deciso di inserire il suo nome nella storia mondiale del tradimento in una capsula, dovrai riavvolgere il tempo un po 'indietro.

Il triumvirato, precedentemente formato da Crasso, di cui abbiamo già letto di Spartak, Pompeo (che era attivamente menzionato lì) e Cesare (di cui almeno ogni persona istruita udiva), si concluse nel 53 in connessione con un sovradosaggio di oro nel corpo prima. Letteralmente dopo 4 anni, la repubblica è precipitata in una guerra civile - il potere è diviso molto male in due quando non c'è un terzo decente.

Pompeo, nonostante tutta la sua freddezza, non era pronto per l'attacco improvviso di Cesare, e i combattimenti andarono così così fin dall'inizio, e finirono per lui anche peggio - un anno dopo, guidato in Egitto, l'ex console fu ucciso da nobili locali che correvano con gioia per incontrare Guy Julius con la testa.

Contrariamente alle loro aspettative, egli non apprezzò affatto l'iniziativa, sebbene fosse considerato un sostenitore molto più grande dei metodi di influenza violenta del defunto. L'ulteriore vita dei nobili assassini si è sviluppata così.

La guerra per la gestione individuale di Cesare finì completamente solo nell'anno 45 - la repubblica era ormai grande, e Guy dovette ammonire personalmente i separatisti e gli opportunisti. Dopotutto, si deve sostenere l'immagine dell'invincibile dio della guerra.

Infine, completamente (quasi) le recinzioni dei dissidenti, che hanno sollevato le armi apertamente, il dittatore è stato in grado di tornare nella capitale e iniziare a governare. Per l'anno che gli fu dato, Julius riuscì a fare un ottimo lavoro.

In primo luogo, i pazzi dei freemen del Senato hanno iniziato a stringere più o meno. Uno dei suoi sostenitori, Mark Anthony, riuscì soprattutto nelle varie repressioni e nella promozione dei diritti dei nobili. Questa persona era così vanitosa, affamata di potere e incline alla ricchezza ostentata, che riceveva regolarmente dalla testa e dallo stesso Cesare, nonostante tutto l'aiuto che Mark gli aveva fornito mentre Guy era costretto a guidare per le province. Ancor prima della fine della guerra civile, Anthony, nel suo modo di vivere e nel suo modo di agire, ha guadagnato una seria antipatia sia per i senatori che per molti semplici abitanti della Repubblica. Particolarmente noto a molti, l'oratore Cicerone, che, essendo una persona piuttosto idealista, non riusciva a capire in alcun modo, da quale riunione in un anno così difficile, tutti i tipi di Anthony hanno avuto feste rumorose a Roma, vantandosi di un mucchio di oro e non sono stati appena sparati dai Kalashnikov in aria per la loro assenza .

In secondo luogo, la libertà divenne sempre meno, e Cesare - di più. Non solo, all'età di 54 anni, è stato nominato dittatore per altri 10 anni (conta, per la vita), senza motivarlo troppo e senza preoccuparsi delle giustificazioni legali per tale azione. Non solo, egli stesso ha affermato che 10 anni non sono sufficienti, e non rimuoverà la sua autorità da se stesso. Non solo, è iniziata una campagna attiva sulla sua deificazione con il conio di ritratti su monete, trasformando il compleanno del "padre della nazione" in una festa religiosa e la costruzione di chiese in suo onore. Quindi Cesare rifiutò anche con sfida di alzarsi dal trono, se i senatori venivano da lui, dovunque vagava in una corona di alloro (che, in senso buono, poteva essere trascinato solo durante il trionfo), e circolavano serie voci che stava per essere eletto re, e infine non gliene frega niente delle fondamenta secolari della repubblica.

Non sorprende che dall'anno 44, dopo essersi guardati intorno, molti senatori si resero conto che in brevissimo tempo si era formata una specie di Roma attorno a loro, perdona il Signore, Pyongyang, e non è del tutto chiaro fino a che punto possa arrivare.

Il che ci riporta alla persona di Mark Junius Brutus. Inizialmente un ex sostenitore di Pompeo, un giovane piuttosto ingenuo e corretto fu deluso da lui, e dopo un'altra sconfitta Gnei si unì a Cesare, diventando rapidamente il suo preferito. Bruto, come Cicerone, viveva sugli ideali della repubblica e sulle antiche tradizioni romane (che non gli impedivano di usare i suoi posti per l'arricchimento personale - anche questa è una consuetudine romana dell'epoca). Per lungo tempo, Giunio guardò a ciò che stava accadendo, ma mantenne la completa lealtà verso Cesare, nonostante la fitta traina da parte di persone anonime che lo rimproveravano con la somiglianza del nome al leggendario antenato Lucius Junius Bruto, che da tempo immemorabile rovesciò l'ultimo re romano, Tarquinio il Proud. Cicerone, che era costantemente frustrato da ciò che stava accadendo nel paese, si notò anche agitato, un paio di volte facendo capire chiaramente al ragazzo che sarebbe stato bello in qualche modo risolvere il problema in meglio.

Per il momento, tutto era vano. Ma nell'anno 44, dopo aver visto come Cesare respinge civettuolo il diadema dello zar, che il gentile Mark Antony cerca regolarmente di inceppare sulla sua testa calva, Bruto si rende ancora conto che avrebbe dovuto ripetere l'eroica azione del nonno, rifiutando così il brillante futuro e cancellando tutti i benefici per se stesso .

Qual era il sacrificio di Bruto? Quali sorprese ha dato Cesare al pubblico stupito dopo la morte? Cosa è successo a Roma dopo la morte di un dittatore?

Su di esso - nelle prossime versioni.

Storia Divertimento specifico per il sito ITALY FOR ME.

Guarda il video: The great conspiracy against Julius Caesar - Kathryn Tempest (Novembre 2019).

Messaggi Popolari

Categoria La storia, Articolo Successivo

Musei di Milano
Milano

Musei di Milano

Una visita ai musei di Milano aggiungerà colore a qualsiasi vacanza trascorsa in un paese così meraviglioso come l'Italia. Le informazioni raccolte con cura e amorevole sulla città forniscono una varietà di informazioni, dalla scienza e la tecnologia a personaggi famosi. Il Museo delle Belle Arti di Brera La Pinacoteca di Brera contiene una delle più importanti collezioni italiane di dipinti rinascimentali, oltre 500 opere risalenti al XIV e XX secolo.
Per Saperne Di Più
Fatti interessanti su Milano
Milano

Fatti interessanti su Milano

L'opinione che Milano sia il centro alla moda e finanziario dell'Italia è molto comune. Ma dietro tutte le banche e le boutique della città, ci sono misteri e punti salienti che sono unici a Milano. Vale la pena notare che molti dei segreti e delle caratteristiche di questo luogo difficilmente possono essere chiamati italiani. Tuttavia, prima di fare un viaggio in questa bellissima città, prova a saperne di più.
Per Saperne Di Più
Mostre a Milano nel 2015
Milano

Mostre a Milano nel 2015

Vale la pena andare a Milano non solo per lo shopping, ma anche per visitare le mostre più importanti del mondo e in diverse direzioni. Nel 2015 ce ne saranno molti. Ma non si dovrebbe parlare di mostre a Milano, ma di frequentarle. EXPO 2015 Esposizione Universale Milano 2015 (World Exhibition 2015) - la mostra più attesa dell'anno.
Per Saperne Di Più
Stazioni ferroviarie di Milano
Milano

Stazioni ferroviarie di Milano

Ci sono tre principali stazioni ferroviarie di Milano: Milano Centrale, Porta Garibaldi e Cadorna. Il primo serve treni che collegano Milano con tutta l'Italia e con altri paesi (Francia, Svizzera, Germania), gli altri due sono principalmente collegati con collegamenti ferroviari suburbani.
Per Saperne Di Più