Affari ed economia

Italia: l'inferno per i disoccupati

Oggi sono stati riassunti i risultati delle recenti ricerche sull'occupazione. Secondo analisti e scienziati politici, i risultati sono semplicemente scioccanti: dal 2008, l'Italia si è costantemente spostata verso il titolo di "Il paese più debole d'Europa".

Il fatto è che negli ultimi cinque anni l'Italia ha attraversato periodi molto difficili: la crisi economica non solo ha paralizzato la situazione finanziaria del paese, ma ha anche influenzato i guadagni e l'occupazione della sua popolazione. Il quotidiano italiano Il Isole 24 Ore riferisce che il 12 percento degli abitanti di un bellissimo paese non può vivere con i loro stipendi. Tali dati sono stati pubblicati dal Comitato per l'occupazione dell'UE nella sua relazione. "Occupazione e sviluppo sociale in Europa".

Il Comitato per l'occupazione afferma inoltre che la disoccupazione e la povertà sono in aumento in Italia. Pertanto, recentemente l'ufficio statistico italiano ISTAT ha diffuso dati sul tasso di disoccupazione nel paese. Secondo gli esperti, nel novembre 2013 era pari al 12,7 per cento, stabilendo così una sorta di "anti-record".

Inoltre, oltre il 40 percento dei giovani dai 18 ai 25 anni rimane senza reddito permanente. In media, il livello di occupazione nel paese è leggermente aumentato rispetto al mese precedente: ora ha raggiunto il 55,4 per cento. I ricercatori affermano che tali dati non sono stati osservati per decenni. Il rapporto del Comitato UE afferma inoltre che l'Italia è il peggior posto in Europa per coloro che hanno perso il lavoro. Le probabilità di trovare un nuovo reddito entro un anno dalla fine del lavoro non superano il 15%.

Questa è la cifra più bassa tra tutti i paesi europei, compresa la Grecia, per la quale la crisi economica ha "colpito" molto più duramente.

L'Unione europea è inoltre seriamente preoccupata per il fatto che in Italia il livello di povertà e povertà tra la popolazione attiva è in costante aumento. Tuttavia, un nuovo lavoro non può sempre risolvere i problemi finanziari della famiglia: solo nel 50 percento dei casi, gli italiani riescono a uscire dal buco del "debito" e far quadrare i conti.

Il capo del comitato per l'occupazione dell'UE ha affermato che questo problema può essere risolto solo fornendo alla popolazione nuovi posti di lavoro. Ha anche espresso la speranza che il paese uscirà con successo dalla crisi.

Purtroppo, al momento, l'altissimo tasso di disoccupazione tra la popolazione adulta e tra i giovani è la ragione principale del deflusso di personale all'estero.

Dopo la laurea presso le università, i giovani specialisti cercano invano di trovare un lavoro. Dopo molti mesi di ricerche, trovano guadagni in altri paesi e se ne vanno. Molti non hanno nemmeno intenzione di tornare indietro, sostenendo che i datori di lavoro chiaramente non li stanno aspettando.

Oggi il governo italiano paga benefici alle persone senza una fonte di reddito permanente. Disoccupati i cui salari in precedenza erano inferiori a 2014 euro al mese ricevi dallo stato 931 euro, e gli italiani di maggior successo in passato, il cui stipendio ha superato l'importo stabilito, stanno ora cercando di sopravvivere 1119 euro. Gli ex dipendenti ricevono tali pagamenti entro 240 giorni. E dopo la scadenza del termine, il governo "offre" loro di prendersi cura di se stessi da soli.

Messaggi Popolari

Categoria Affari ed economia, Articolo Successivo

Stazioni sciistiche in Italia: 8 punti salienti delle Alpi italiane. Parte II
Pianificazione del viaggio

Stazioni sciistiche in Italia: 8 punti salienti delle Alpi italiane. Parte II

Milioni di anni fa, le acque del mare caldo schizzavano qui, e oggi c'è un paesaggio montano di straordinaria bellezza - le Dolomiti, incluse dall'UNESCO nella lista dei siti del patrimonio naturale mondiale. Ogni anno, centinaia di migliaia di turisti vengono qui da tutto il mondo per unire l'utile al dilettevole, lo sci alpino con il benessere e il fascino delle bellezze naturali con un eccellente servizio italiano.
Per Saperne Di Più
Luna di miele in Italia: 7 idee dove andare. Parte I.
Pianificazione del viaggio

Luna di miele in Italia: 7 idee dove andare. Parte I.

Non sorprende che l'Italia sia considerata una delle destinazioni più ambite per la luna di miele: ci sono così tanti angoli romantici che è quasi impossibile sbagliare. Conosco persone che hanno trascorso la luna di miele a Roma ed erano assolutamente contente della scelta fatta. Tuttavia, anche se questo è soggettivo, e quando ci togliiamo il cappello per la "Città Eterna", ci perderemo la nostra lista dei migliori posti per una luna di miele a Roma.
Per Saperne Di Più
Come arrivare da Bologna a Milano e / o da Milano a Bologna
Pianificazione del viaggio

Come arrivare da Bologna a Milano e / o da Milano a Bologna

Come arrivare da Bologna a Milano e da Milano a Bologna il più rapidamente possibile, comodo e redditizio. BlogoItaliano continua una serie di articoli che esplorano varie opzioni di trasporto per i viaggiatori che intendono visitare entrambe le città. Tradizionalmente, prenderemo in considerazione un treno, un'auto, un aereo e un autobus e dovrai solo scegliere l'opzione che riflette più da vicino il tuo stile di viaggio.
Per Saperne Di Più