Basilicata

Kraco: città fantasma in Italia

Nel sud Italia, vicino a Matera, c'è una fantastica città fantasma. Dagli anni '60 del secolo scorso, nessuno ha vissuto qui, ma sembra che i cittadini siano partiti qui solo ieri ...

Il rumore degli alberi in lontananza, il leggero respiro della brezza, il cinguettio degli uccelli e il cinguettio delle cicale che salgono dal villaggio vicino - tali suoni accompagnano l'incredibile pace di questo luogo. E non perché gli abitanti di Craco, un borgo medievale nelle vicinanze di Matera, nella regione italiana della Basilicata, sono in qualche modo particolarmente silenziosi e calmi. Il fatto è che dalla fine degli anni sessanta del ventesimo secolo, Krako è stata disabitata: in realtà, è una città fantasma.

Circondata da pittoreschi campi di cereali e uliveti, la città è un'unica composizione scultorea di case strettamente costruite, "incastonate" su una roccia calcarea. Sopra i vicoli a volta e le ripide scale si innalza la sagoma di una torre normanna e di un castello del 13 ° secolo. Da lontano sembra che tutto ciò sia solo una grande montagna: i colori di case, chiese e fortificazioni sono identici al colore naturale delle rocce su cui si trova l'insediamento.

Ma già sulla strada per la città, le conseguenze delle frane distruttive verificatesi nella seconda metà del XX secolo diventano evidenti. Un terribile giorno nel 1963, un tremore di potenza senza precedenti scosse le rocce, causando molte vittime e distruzione. È diventato davvero pericoloso rimanere nelle case ed è stato dopo questo evento che la gente ha scelto di trasferirsi nel vicino insediamento di Krako Peschiera e la natura è stata completamente rilevata dalle loro vecchie case.

Al momento del trasferimento di massa, circa 2.000 persone vivevano in città, di cui solo alcuni anziani non volevano separarsi dalle loro case. Ma se ti dimentichi degli orrori di quei giorni, sembra che i crolli non siano avvenuti per caso: senza di loro oggi non potremmo godere della straordinaria atmosfera di questo luogo mistico. Non sorprende che molti registi famosi abbiano filmato qui i loro capolavori. Ad esempio, Mel Gibson ha scelto Kracko per la scena dell'esecuzione di Giuda dal film "Passione di Cristo".

Kracko sorge in un paesaggio surreale arso dal sole, a metà strada tra la costa del mare e l'Appennino Lucano. La città fantasma è circondata da burroni e scogliere profonde, lavate dall'acqua piovana che scorre dalle colline e tagliano il terreno argilloso, come vecchie rughe. Ma alzando lo sguardo dalla vista del panorama ed entrando in città, il viaggiatore è sorpreso di trovare strade incontaminate che sembrano come se le persone fossero andate via solo ieri. Ad eccezione delle attrezzature cinematografiche occasionali, tutte le cose in città sono piene dello spirito del passato: camminando per le strade, puoi guardare vecchie case, scoprire la vita di aristocratici, cittadini comuni e contadini.

Come gli antichi incantesimi, i nomi degli isolati fanno rivivere la ricca e misteriosa storia di questi luoghi deserti. Quindi il nome Canzoniere (italiano. "Songbook") deriva dal nome di una vecchia taverna, in piedi su un affollato sentiero. Secondo la leggenda, una bella padrona di una taverna come Circe con l'aiuto della sua magia di seduzione ha schiavizzato i clienti sfortunati.

Il quartiere di San Lorenzo (italiano: San Lorenzo) prende il nome dall'antica fontana a volta situata lungo via Cavone e circondata da sottili palme e lussureggianti olive con corone d'argento. Sulle pareti della fontana si possono vedere sagome pacificanti di antiche fattorie - rigorosi edifici contadini, che possono essere definiti una vera opera d'arte della cultura rurale. A sua volta, il quartiere di Sant'Eligio (italiano: Sant'Eligio) è dedicato al santo patrono dei fabbri. Questo santo prende anche il nome da una meravigliosa cappella con eccellenti affreschi del XVI secolo, che riflettono alcune scene con santi vicino alla crocifissione di Cristo.

Tra gli edifici storici, il castello, costruito nel 13 ° secolo e ancora in grado di vantare porte d'ingresso perfettamente conservate e la torre principale, è di grande interesse artistico e architettonico. Vale anche la pena prestare attenzione alla chiesa di San Vincenzo (San Vincenzo) e alla chiesa di San Nicola (San Nicola) con un altare barocco in marmo multicolore e due dipinti raffiguranti la Madonna e il bambino e l'arcangelo Raffaele. Alla periferia della città c'è anche una chiesa francescana dedicata a San Pietro, a due navate di cui è possibile ammirare l'altare barocco, una meravigliosa tela del 17 ° secolo e preziosi cori in legno.

Ma, nonostante il fatto che nessuno abbia vissuto a Krako per lungo tempo, non puoi solo ammirare l'antica architettura in questa città fantasma. Ad esempio, accanto all'ex monastero francescano in estate, ogni estate vengono organizzati concerti di musica classica, chiesa e secolare, che esaltano l'atmosfera affascinante di una piccola città, congelata nel tempo.

Come arrivare

Visualizza Kraco: città fantasma in Italia in una mappa più grande

Esistono diversi modi per arrivare a Krako. I viaggiatori con auto dovrebbero scegliere l'autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria, prendere la Sicignano degl iAlburni o Potenza, continuare lungo la E847 per Pisticci Scalo, quindi prendere la SS176 fino a Peschiera e infine prendere la SS103 per Kraco. Per chi ha scelto il treno, la stazione più vicina si trova a Pisticci Scalo (18 km) e l'aeroporto più vicino è a Bari, a 119 km.

Non ci sono hotel a Krako, il che non è sorprendente. Pertanto, sarà più facile trovare un hotel nella città di Pisticci, che dista 20 km. Dal momento che anche a Craco Peschiera per il viaggiatore esiste nella migliore delle ipotesi un agriturismo, è dubbio. A proposito, Matera si trova a 60 km da Krako - sicuramente lì ogni turista può scegliere un hotel di suo gusto.

Loading...

Messaggi Popolari

Categoria Basilicata, Articolo Successivo

Cosa devi sapere sulla Sicilia
Sicilia

Cosa devi sapere sulla Sicilia

La Sicilia è la più grande isola del Mar Mediterraneo e allo stesso tempo una parte importante dell'Italia. Situato vicino alla "punta dello stivale italiano", viene immediatamente lavato da tre mari: il Mediterraneo, il Tirreno e lo Ionio. L'isola è conosciuta per la sua magnifica natura, contribuendo a una vacanza eccellente, così come antichi monumenti della storia, occupando una posizione di spicco tra le attrazioni dell'Italia.
Per Saperne Di Più
Aeroporti della Sicilia
Sicilia

Aeroporti della Sicilia

I turisti stranieri possono fare un viaggio per mare in Sicilia, ma di solito preferiscono un modo più veloce - l'aria. In quale degli aeroporti internazionali della Sicilia vale la pena cercare i biglietti per trascorrere le vacanze il più interessante possibile? Facciamolo bene. Informazioni generali Un totale di 5 aeroporti sono situati in Sicilia: tre sull'isola principale e due su quelli più vicini - Lampedusa e Pantelleria.
Per Saperne Di Più
Le migliori spiagge della Sicilia
Sicilia

Le migliori spiagge della Sicilia

Sebbene le migliori spiagge della Sicilia (Sicilia) si trovino nel sud e nel sud-est dell'isola, sono possibili vacanze al mare di vari gradi di comfort su quasi tutta la costa. Ci sono zone costiere dove è difficile raggiungere l'acqua, ci sono molte spiagge non attrezzate, ma in generale ci sono molte opportunità per trovare la spiaggia dei tuoi sogni.
Per Saperne Di Più