Palermo

Musei a Palermo

In tempi diversi, Palermo passò sotto il dominio di fenici e greci, arabi musulmani, normanni, spagnoli e francesi. Un mix colorato di così tante culture è diventato la base per creare le collezioni più ricche per cui i musei di Palermo sono famosi. Di particolare interesse sono il cimitero dei Cappuccini, il museo archeologico, l'osservatorio astronomico, il museo della cultura islamica, i musei delle marionette e del mare.

Museo della morte (Catacombe dei Cappuccini)

Il Museo dei Morti di Palermo sarà interessante per i turisti con nervi saldi. Cimitero dei Cappuccini - Sono 8 mila mummie, esposte al pubblico in una varietà di pose. Le composizioni dei morti mummificati si trovano sotto il Monastero dei Cappuccini.

Riti di cappuccini

L'aria unica delle stanze sotterranee contribuisce alla perfetta conservazione dei resti - i cadaveri non si decompongono a lungo anche senza un trattamento speciale. Inizialmente, le catacombe erano destinate esclusivamente ai defunti monaci cappuccini. Nel tempo, i rappresentanti dell'élite urbana con il permesso personale dell'arcivescovo di Palermo hanno avuto l'opportunità di guadagnarsi la vita dopo la morte.

La preparazione del defunto per la sepoltura è durata 8 mesi. Durante questo periodo, i corpi sono stati essiccati in camere speciali, trattati con aceto o soluzioni contenenti arsenico. Quindi i morti furono vestiti con un completo funebre e posti in posizione sdraiata, seduta o in piedi nei corridoi delle catacombe. I parenti visitavano spesso i loro morti: portavano offerte e vestivano con abiti nuovi durante le vacanze.

Descrizione

Le catacombe dei cappuccini includono diversi corridoi con transizioni che formano una forma rettangolare. La parte più antica delle catacombe è rappresentata dal corridoio dei monaci. Il cimitero prevedeva la sepoltura separata di uomini e donne (laici), bambini e sacerdoti. È stato creato un corridoio separato per l'élite del lavoro di Palermo: scienziati, scultori, artisti, medici. Secondo la leggenda, il corpo del grande pittore Diego Velazquez è conservato qui.

All'inizio del XX secolo, le autorità vietarono ufficialmente la sepoltura in questo modo. L'ultimo "ospite" del monastero dei Cappuccini fu la bambina Rosalia Lombardo. Un bambino di due anni è morto con un'espressione sorprendentemente pulita e piena di sentimento. L'inconsolabile padre pagò una fortuna al dottore Alfredo Salfie in modo che mantenne il piccolo corpo in perfetta forma.

Il risultato dell'imbalsamazione ha superato tutte le aspettative: nel secondo secolo, una ragazza che giace in una bara di vetro non sembra essere morta, ma dorme. L'innocenza catturata ha colpito così tanto i cuori degli abitanti di Palermo che hanno ribattezzato la cappella del convento dei Cappuccini, che in precedenza era stata dedicata alla Vergine Addolorata, in suo onore.

  • indirizzo: Piazza Cappuccini, 1.
  • Tempo di lavoro: nei giorni feriali dalle 8:30 alle 18:00.
  • Prezzo del biglietto è di 3 euro.
  • Sito ufficiale: www.catacombepalermo.it

Museo archeologico (Museo archeologico regionale Antonio Salinas)

Il Museo Archeologico di Palermo è stato fondato nel XIX secolo nell'ex monastero monastico della comunità di San Filippo Neri. Il notevole numismatico, Antonio Salinas, lasciò in eredità il padre fondatore, che lasciò in eredità 6000 oggetti della collezione personale al fondo del museo.

I visitatori possono immergersi nella storia della Sicilia dalla preistoria al tardo Medioevo. Il museo vanta una vasta collezione di reperti sulle guerre puniche e la colonizzazione greca. I sarcofagi con mummie e magnifici esempi di arte greca con immagini di divinità olimpiche e vari soggetti mitologici fanno una grande impressione.

Il Museo Archeologico possiede una "collezione etrusca" raccolta da Pietro Bonchi Casuccini e acquistata dai suoi eredi dal governo italiano. La collezione comprende incredibili articoli in bronzo, piatti in ceramica decorati con dipinti antichi, urne funebri della conquista cartaginese, statue e sculture, sarcofagi.

  • Indirizzo del museo: Via Bara all'Olivella, 24.
  • Tempo di lavoro: nei giorni feriali dalle 9:30 alle 19:30, una pausa dalle 13:30 alle 14:30. Nei fine settimana e nei giorni festivi: dalle 9:30 alle 13:00.
  • Prezzo del biglietto è di 4,5 euro, la durata delle escursioni è di circa 1,5-2 ore.
  • Sito ufficiale: www.regione.sicilia.it/beniculturali/salinas/

Museo delle marionette (Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino)

Il Museo internazionale delle marionette, situato a Palermo, è stato fondato nel 1975 dal chirurgo e antropologo Antonio Pasqualino. L'esposizione è composta da 3.500 marionette portate da diverse parti di Italia, Grecia, Turchia, Vietnam, Cina, Cambogia e altri paesi. Ogni bambola inclusa nella collezione dimostra chiaramente le caratteristiche della sua gente.

Gli italiani sono convinti che una persona smetta di giocare solo quando muore. Pertanto, il festival dei burattinai istituito da Pasqualino (Morgana Festival) è diventato un evento di culto nella vita della città. Ogni novembre, le strade di Palermo si trasformano in palcoscenico teatrale - maestri di marionette da tutto il mondo vengono in città per far rivivere l'arte antica.

  • indirizzo: Piazzetta Antonio Pasqualino, 5.
  • Tempo di lavoro: (Lun - sab) dalle 9:00 alle 18:30, domenica e festivi: dalle 10:00 alle 13:00.
  • Prezzo del biglietto per gli adulti è di 5 euro.
  • Sito ufficiale: www.museomarionettepalermo.it

Osservatorio astronomico (Osservatorio astronomico di Palermo)

L'Osservatorio Astronomico di Palermo fu fondato nel 1786 da Giuseppe Piazzi. Il suo rifugio era il maestoso Palazzo dei Normanni (Palazzo dei Normanni), l'antica residenza reale di molti sovrani della Sicilia.

Nel 1801 l'osservatorio divenne famoso in tutto il mondo grazie alla scoperta di Cerere, il primo asteroide scoperto nel sistema solare. Pertanto, un ruolo di spicco nell'esposizione del museo è svolto dal circolo equatoriale di Ramsden, con l'aiuto del quale è stato scoperto l'asteroide. Di particolare interesse sono due antichi globi: il globo del cartografo Rigobert Bonnet e il globo celeste di Jerome de Lalande. Entrambi i reperti sono realizzati con pregiate specie di noci, si distinguono per l'estrema eleganza dell'aspetto e l'accuratezza delle immagini.

La collezione è composta da una varietà di strumenti di misura necessari per lo studio di astronomia, meteorologia, sismologia, topografia e fisica. All'interno sono telescopi acromatici ed equatoriali, cronografi, cronometri marini, barometri medievali, spettroscopi. Gli strumenti antichi assomigliano a vere opere d'arte, poiché sono fatti di vari metalli preziosi e legni rari.

I moderni interessi scientifici dell'osservatorio si concentrano sullo studio della corona solare, lo studio dell'evoluzione delle stelle, l'osservazione dei resti di supernova, la modellizzazione dei processi astrofisici e lo sviluppo di apparecchiature per i telescopi a raggi X.

  • indirizzo: Piazza del Parlamento, 1.
  • Il tour dura un'ora, condotto in 3 lingue: inglese, francese e italiano.
  • Puoi iscriverti sul sito ufficiale: www.astropa.inaf.it

Museo della cultura islamica (Museo d'arte islamica)

Il Museo della cultura islamica, situato nell'antico castello di Dziz (Castello della Zisa), conserva numerosi reperti caduti in Sicilia durante la colonizzazione araba. Nel X secolo, Palermo era governata da arabi musulmani ed era il centro dell'emirato siciliano, che ha lasciato il segno nella storia e nella cultura della città.

Il castello di Ziza è un bellissimo monumento architettonico di quell'epoca. L'aspetto del castello è stato influenzato da tre culture, l'architettura riflette l'impregnabilità normanna, la severità araba e la spensieratezza siciliana. L'influenza araba è fortemente sentita nella Sala delle Fontane, dove sotto la volta cruciforme ci sono tre nicchie decorate con oro e luminosi mosaici decorativi.

La collezione contiene oggetti squisiti realizzati da maestri eccezionali dal IX al XI secolo. Di particolare interesse sono i prodotti in oro e argento (gioielli, piatti), raffinati mobili in legno, armi antiche.

  • indirizzo: Piazza Zisa.
  • Tempo di lavoro: nei giorni feriali dalle 9:00 alle 19:00.
  • Prezzo del biglietto: 6 euro per i visitatori adulti e 3 euro per i bambini dai 4 ai 12 anni.

Museo marittimo (Arsenale della Real Marina - Palermo)

Il Museo marittimo è attivo dal 1997 nella costruzione dell'Arsenale di Palermo (Arsenale di Palermo). Il vecchio cantiere navale fu costruito durante i Borboni in stile manieristico. Una visita al museo sarà interessante per gli appassionati della costruzione navale siciliana e della storia militare.

La ricca collezione è ospitata in 5 sezioni su larga scala dedicate a: la storia delle battaglie militari, le tradizioni dei marinai siciliani e lo sviluppo del settore marittimo. Gli appassionati di costruzioni navali saranno interessati ai modelli di navi di legno (cucine, shebek e cannoniere) del campione del 1630-1848 e ai motori dei primi sottomarini italiani creati all'inizio del XX secolo.

L'esposizione è ampiamente rappresentata dalle armi dei marinai, una varietà di dispositivi per la navigazione notturna e il maltempo, attrezzature per la pesca in mare. Sul territorio dell'Arsenale si trovano due cannoni della fortezza del XVIII secolo, considerati le guardie del museo.

  • indirizzo: Via dell'Arsenale 134/142.
  • Tempo di lavoro: nei giorni feriali dalle 9:30 alle 12:30.
  • Prezzo del biglietto: gratuitamente.
  • Sito ufficiale: www.museodelmarepalermo.it

Guarda il video: Palermo: 3 musei da visitare (Gennaio 2020).

Loading...

Messaggi Popolari

Categoria Palermo, Articolo Successivo

Le migliori spiagge della Sicilia
Sicilia

Le migliori spiagge della Sicilia

Sebbene le migliori spiagge della Sicilia (Sicilia) si trovino nel sud e nel sud-est dell'isola, sono possibili vacanze al mare di vari gradi di comfort su quasi tutta la costa. Ci sono zone costiere dove è difficile raggiungere l'acqua, ci sono molte spiagge non attrezzate, ma in generale ci sono molte opportunità per trovare la spiaggia dei tuoi sogni.
Per Saperne Di Più
Aeroporti della Sicilia
Sicilia

Aeroporti della Sicilia

I turisti stranieri possono fare un viaggio per mare in Sicilia, ma di solito preferiscono un modo più veloce - l'aria. In quale degli aeroporti internazionali della Sicilia vale la pena cercare i biglietti per trascorrere le vacanze il più interessante possibile? Facciamolo bene. Informazioni generali Un totale di 5 aeroporti sono situati in Sicilia: tre sull'isola principale e due su quelli più vicini - Lampedusa e Pantelleria.
Per Saperne Di Più